salar de uyuni, bolivia
Home / Americhe / Salar de Uyuni, Bolivia

Salar de Uyuni, Bolivia

Il Salar de Uyuni, in Bolivia, è la più grande distesa salata del mondo. Con i suoi 10.582 km² contiene circa un terzo delle riserve di litio del pianeta. Suo il record di essere il luogo pianeggiante più grande della Terra, tanto che in tutta la sua estensione, la variazione di dislivello è inferiore ad un metro. Questa caratteristica gli consente anche ottenere un altro record: essere il più grande specchio al mondo. Un deserto bianco con una paesaggio surreale, in cui nei mesi successivi alle piogge, per via del riflesso cielo e terra sembrano unirsi.

Circa 40.000 anni fa faceva parte del lago Minchin, un gigantesco lago preistorico in cui confluiva tutta l’acqua proveniente dalle montagne circostanti. Quando il lago si prosciugò si formarono quattro laghi minori: i laghi Poopó e Uru Uru e i due deserti salati Salar de Coipasa e il gigantesco Salar de Uyuni. 

Nel mezzo del Salar de Uyuni si trova l’Isla de Pescado, piccola isola di terra dalla forma di pesce, da qui l’origine del nome. L’isolotto è quasi interamente coperta da enormi cactus, unica forma di vita nel raggio di molti chilometri.

Altre attrazioni importanti all’interno del deserto sono il Sol de Mañan,  un bacino di geyser caratterizzato da pozze di fango bollente e fumarole sulfuree; e le sorprendenti Termas de Polques (sorgenti termali), dove ci si può rilassare per un bagno nelle acque sulfuree a 30° gradi.

Al limitare del deserto, all’interno di una grotta, è stata rinvenuta una mummia risalente a 3000 anni fa.

Il deserto di sale è una bellezza incredibile visibile solo ai viaggiatori più avventurosi. Il Salar de Uyuni si trova ad una quota di 3656 metri e non è facile da raggiungere. Dalla cittadina di Uyuni partono tours di 1 o 2 giorni  a bordo di speciali Jeep protette dal sale, unico mezzo in grado di attraversare la distesa salata senza problemi; oppure tours più lunghi che includono visite alle sorgenti termali, l’osservazione dei fenicotteri e delle altre meraviglie nelle vicinanze. Nella maggior parte dei casi, il pernottamento è in sacco a pelo sotto le stelle. Essendo a tutti gli effetti un deserto, avventurarsi con mezzi propri è fortemente sconsigliato. 

Il periodo migliore per visitare il Salar de Uyuni dipende dalla esperienza che stai cercando. Per il miglior clima, è consigliabile visitarlo tra luglio e ottobre, con il deserto asciutto. Tuttavia, per una maggiore probabilità di vedere le superfici riflettenti, è meglio tra marzo e aprile.

Curiosità

Gli Aymara, una popolazione originaria della regione, hanno una loro legenda sull’origine del deserto. Un tempo i tre monti che circondano questo bacino erano tre giganti di nome Tunupa, Kusku e Kusina. Tunupa e Kusku si sposarono ed ebbero un figlio, ma presto Kusku tradì la moglie con la bella Kusina. Tunupa pianse tanto mentre allattava il bambino, che le lacrime caddero a terra insieme al suo latte, formando una bianca distesa salata.

Secondo le leggende degli Inca invece, nel deserto  vi sono gli Ojos de Salar (occhi del deserto di sale) che inghiottivano le carovane. Si tratta di buchi nella superficie salata dai quali esce l’acqua sottostante che in certe condizioni di luce sono quasi invisibili diventando così pericolosi.

 

Splendido video realizzato da Enrique Pacheco sui riflessi generati dal deserto dopo il periodo delle piogge.

 

Next Prev
foto di Salar de Uyuni deserto di sale  Deserto di sale, foto via Flickr @Tobias Mayr 
salar de uyuni riflesso del cielo Cielo riflesso sul deserto di sale, foto via Flickr @Mauricio Navarrete 
via lattea salar de uyuni  Via Lattea riflessa sul Salar de Uyuni 
salar de uyuni, bolivia, riflessi  Riflessi rosati sul deserto di sale 
Next Prev

 

 

 

Check Also

antelope canyon

Antelope Canyon, Arizona

L’Antelope Canyon si trova in Arizona ed è uno dei canyon più famosi e visitati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *